CARTELLONE


LA NUOVA SALA IQBAL MASIH - PARTITA LA RACCOLTA FONDI PER L'EX SALA DEL CARMINE A FORMIA
1 novembre ore 20:30 cena spettacolo - 17 novembre ore 16:30 l'intitolazione

È partita la raccolta fondi per uno storico ma nuovo e funzionale spazio culturale al centro della città di Formia, la sala culturale Iqbal Masih in via Vitruvio 342. La sala, che nasce sotto la parrocchia Madonna del Carmine, è nei ricordi e nella memoria di tanti come ex cinema e luogo di ritrovo culturale. [continua qui la lettura del comunicato].

Sala culturale Iqbal Masih

È NATO!

È nato uno spazio culturale di teatro, musica, arti visive.
È nato uno spazio dedicato all'infanzia, all'adolescenza, ai giovani, alle famiglie.
È nato a Formia una spazio per tutti: la Sala Culturale Iqbal Masih.
È nato a Formia presso la sala della parrocchia Madonna del Carmine il progetto di uno spazio culturale, teatrale e musicale principalmente dedicato all'infanzia e all'adolescenza.
È nata a Formia la Sala Culturale Iqbal Masih, il bambino pakistano che ha lottato per i diritti dell'infanzia.
È nato uno spazio che la comunità della Madonna del Carmine ha deciso di affidare al Teatro Bertolt Brecht in quanto compagnia professionale riconosciuta dal MIBAC per il teatro di figura e Officina culturale della Regione Lazio.
È nato uno spazio dedicato alla formazione delle nuove generazioni attraverso le discipline dell'arte.
È nato uno spazio che si apre alla disponibilità delle scuole per le loro attività.
È nato uno spazio che vuole diventare un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale del teatro di figura e per ragazzi.
È nata una nuova casa della cultura.

AIUTACI a farlo crescere, riscaldarlo, migliorarlo!

20 euro per una poltrona
50 euro per un faro
100 euro per un mq di pavimento
200 euro per un m3 di riscaldamento

Puoi versare il tuo prezioso contributo sul cc bancario intestato a
Associazione Culturale Collettivo Teatrale Bertolt Brecht
Iban IT61 M 05296 73980 CC0070016945
causale: Sala culturale Iqbal Masih


DIARIO DI SAN PAOLO - 10 ottobre 2019

I bambini sono tutti uguali... ma anche no. Alcuni restano. Restano ad abitare la tua coscienza. La mia, la mia coscienza, è come un bel palazzo di fronte al mare. Quando sogno, ad occhi chiusi o con gli occhi aperti, entro senza bussare, ed è lì che li trovo, in quelle stanze vista mare. Chi gioca con la sabbia al centro della stanza, chi fa castelli con le carte. Mi aspettano per finire il gioco.
Brasile 2019
Sono qui alcuni bambini di San Paolo che ora fanno compagnia a quelli ghanesi, kenioti, albanesi, Rom, messicani, ecc. che nel corso degli anni ho portato nel mio palazzo in riva al mare, la mia casa della coscienza.
I bambini di San Paolo quando ti incontrano ti chiamano Zio e ti abbracciano, un abbraccio lungo, lunghissimo, per restarti addosso, appiccicato per poterli portare con te per sempre. Non sorridono sempre, ma quando lo fanno sono il sole dopo una giornata di vento, ti catturano e non li lasci più. I bambini di San Paolo sopportano pazienti le stupidaggini dei grandi, le loro ingiustizie, il tanto a pochi il poco a tanti.
Le loro case sono come castelli di carte, una sopra l'altra, così, per farsi compagnia. Quando ci cammini dentro tra quelle viuzze strette, incastrate, intrecciate come i fili ai pali della luce, senti tutto il peso di quell'ingiustizia, in quell'odore di fogna e aglio che impregna l'aria.
Non so se i bambini di San Paolo sono mai saliti sul grattacielo 'Casa Italia' al centro della città., Da lì non si vede la fine, grattacieli, strade, favelas a perdita d'occhio, da far paura, da sentirti sospeso a correre su un filo tirato da grattacielo a grattacielo, per cercare di arrivare alla fine di quel gran coperchio di Asfalto e Cemento, per trovare un poco di foresta.
Loro, i bambini di San Paolo, pazienti, aspettano.
Aspettano che arrivino altri Padre Gigio, che arrivi il suo esercito armato di giganti pentoloni pieni di cose da mangiare per tutti: riso, fagioli, pollo, mango, papaia. I suoi generali (Denis e Solange) stanno preparando le truppe con i loro sorrisi.
Intanto, mentre l'invasione dei 'puri di cuore' si prepara, io i bambini di San Paolo me li sono portati nel mio palazzo in riva al mare, al sicuro, nella casa della mia coscienza, a costruire castelli di carte e piste per le biglie con la sabbia.
Maurizio


SCUOLA DI TEATRO BERTOLT BRECHT - APERTE LE ISCRIZIONI
dal 2 ottobre a Formia e Itri

Sono aperte le iscrizioni alla scuola di Teatro Bertolt Brecht. Dal 2 ottobre ripartono i corsi a cura del collettivo formiano a Formia presso la propria sede in via delle Terme Romane e a Itri presso l'associazione Eventi da Paniko (via Matteotti, 102).
Una scuola per bambini, ragazzi, giovani, adulti e aspiranti professionisti che dal 1993 punta, soprattutto, sul valore didattico e relazionale delle arti. Attraverso il teatro è possibile approfondire, conoscere, studiare ma anche sentirsi parte di un gruppo, allenare le proprie capacità creative, gestire al meglio le proprie emozioni e relazioni, migliorare la gestione dello spazio e del tempo, annullare le diversità e i propri limiti.
Il cinema a teatro, i registi, i film, le musiche, dal neo realismo a Fellini, da Sergio Leone a Chaplin saranno, in particolare, il filo conduttore dell'anno 2019-2020 delle tradizionali quattro classi di scuola di teatro per bambini, adolescenti ed adulti: dai 7 ai 9 anni, dai 10 ai 13, dai 14 ai 17, dai 18 ai 99 anni. Per il secondo anno la scuola di teatro si allarga anche al comune di Itri con una classe dai 7 ai 10 anni.
Oltre ai corsi di teatro, si ripropone l'esperienza della Ludobrecht, un corso di propedeutica teatrale per bambini di 5 e 6 anni con fiabe, letture animate, giochi, burattini, e laboratori creativo-espressivi. Un team di professionisti, Chiara Di Macco, Dilva Foddai e Marco Mastantuono, con la direzione artistica di Maurizio Stammati che da 26 anni garantiscono la qualità dei corsi proposti dal Teatro Bertolt Brecht di Formia.
'Una domanda mi ossessiona da qualche giorno: perché iscriversi alla scuola di teatro del Brecht? Perché si diventa attori ? ...Ma anche no. Perché si diventa famosi ? Ma no. Perché si diventa ricchi? .. ma sicuramente no! Poi l'illuminazione: perché si diventa sè stessi! Nella meraviglia del gioco del teatro dove cerchi di realizzare le tante maschere della vita in realtà ti stai allenando a cercare te stesso e la scuola del Teatro Bertolt Brecht, grazie agli operatori ed alle loro competenze, ti accompagnano per mano insieme agli altri a cercare giocando te stesso. E non c'è una età prestabilita, puoi essere un bambino, una ragazza, un giovane o una signora, il gioco del teatro serve a tutti a qualunque età! Il teatro serve sempre! Quind, che aspettate? Iscrivetevi alla più bella e divertente avventura che porta ad accogliere voi e i vostri sogni', afferma il direttore artistico Maurizio Stammati.

INFO: www.teatrobertoltbrecht.it - 377 2525254



Scuola di teatro 2019-20





Servizio di Rai 3 Toscana su Zingari lager 26-01-2019
Servizio di Rai 3 Toscana su Zingari lager 26-01-2019

19.10.2019 - LA NUOVA SALA IQBAL MASIH - PARTITA LA RACCOLTA FONDI PER L'EX SALA DEL CARMINE A FORMIA

02.10.2019 - IL TEATRO BERTOLT BRECHT DI RITORNO DAL BRASILE

12.09.2019 - IL TEATRO BERTOLT BRECHT VOLA IN BRASILE PER TEATRI SENZA FRONTIERE

11.09.2019 - SCUOLA DI TEATRO BERTOLT BRECHT - APERTE LE ISCRIZIONI

26.08.2019 - SUCCESSO PER IL FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI

23.08.2019 - IL WEEKEND DEL FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI - 19-25 agosto Formia / Minturno

21.08.2019 - ENTRA NEL VIVO IL FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI - 19-25 agosto Formia / Minturno

16.08.2019 - AL VIA IL FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI XV EDIZIONE - 19-25 agosto Formia / Minturno

14.08.2019 - PALCOSCENICI DI SABBIA, FESTIVAL DI TEATRO PER RAGAZZI - GAETA 17-18 AGOSTO

09.08.2019 - FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI - IL FLASH MOB AL BENE CONFISCATO EX MARINA DI CASTELLONE E LE LETTURE IN LUOGHI SPECIALI

03.08.2019 - FESTIVAL DEI TEATRI D'ARTE MEDITERRANEI - 19/25 AGOSTO

01.08.2019 - TUTTI GIÙ DAL PALCO - I MUSICANTI DI BREMA